CONDOMINI


A seguito della riforma del condominio (legge 220/2012, in vigore dal 18/06/2013) Esafactoring ha deciso di formulare un’offerta dedicata al recupero crediti delle quote condominiali, sia in fase stragiudiziale che giudiziale. La nuova legge prevede l’obbligo per l’amministratore, di agire in giudizio, salvo dispensa dell’assemblea, ai sensi dell’art. 63 disp.att.cc per la riscossione dei crediti verso i condomini morosi entro sei mesi dalla data di chiusura bilancio in cui i crediti sono iscritti.

Fino ad oggi gli amministratori gestivano interamente l’attività di recupero crediti stragiudiziale con solleciti telefonici e scritti, per poi, in caso di inadempimento del condomino moroso, attivare la fase legale, senza vincoli di tempo per l’espletamento della stessa.

Esafactoring ha ipotizzato un servizio ad hoc che possa facilitare l’attività dell’amministratore nella fase di recupero crediti stragiudiziale, dando comunque un supporto a costi predefiniti anche per l’eventuale fase legale.